Il vero, Il falso e il finto

Viva er teatro,dove tutto è finto, ma niente c’è de farzo e questo è vero e tu lo sai da prima se s’è tinto, Otello er moro,oppuramente è nero, nessun attore vero,vo’ fa crede spignenno forte sull’intonazione, che è tutto vero quello che se vede, lui vole fa’ capi’ che è na finzione, se je … Continua a leggere Il vero, Il falso e il finto

il gioco dello schiaffo del soldato

I ragazzi dell’antica Grecia chiamavano «Collabismos», cioè «lo schiaffo», una prima versione di questo gioco. Il sorteggiato di turno si copriva gli occhi con le palme delle mani e, ricevuto il colpo, doveva cercare di indovinare con quale delle mani lo avesse colpito uno dei retrostanti giocatori. Oggi di solito è praticato da un gruppo … Continua a leggere il gioco dello schiaffo del soldato

Filastrocca n. 3

Macché bel battello … Martainmareomanganello, macché bel battello … Martainmareomanganè! Ma non c’è più posto … Martainmareomanganello, ma non c’è più posto … Martainmareomanganè! Noi non l’attraccheremo … Martainmareomanganello, noi non l’attraccheremo … Martainmareomanganè! E noi lo vireremo … Martainmareomanganello, e noi lo vireremo … Martainmareomanganè! E noi non v’apriremo il porto … Martainmareomanganello, e … Continua a leggere Filastrocca n. 3

L’omo senza più poesia

Io sò er violino lassato ner silenzio d’un cantone e sò er pennello scordato dar pittore. Sò le scarpette ch’aripose la ballerina e sò er costume de scena in naftalina. Io sò la penna che affonna drento ar fojo sò er fojo bianco lassato immacolato. Io che a lo specchio fisso imbambolato la scocca dell’anima … Continua a leggere L’omo senza più poesia