Antologia de Scartaccia

Fior d’Origàmo
ripiego su du’ verzi quer che rimo
e così metto un ber vestito a un “t’amo”.

Fiore de Carta
ciò tra le righe ‘na strofetta corta
che se me serve leggo a voce arta.

Fior de Cartone
io ciò un quaderno scritto de quartine
e ognuna me racconta un’ illusione.

Fior de Cartaccia
te tiro su da dentro la saccoccia
e metto un naso finto su la faccia.

21 marzo 2018
Leone Antenone detto Scartaccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × cinque =