Sonetto XXXIII

Spesso, a lusingar vette, vidi splendere sovranamente l’occhio del mattino, e baciar d’oro verdi prati, accendere pallidi rivi d’alchimìe divine. Poi vili fumi alzarsi, intorbidata d’un tratto quella celestiale fronte, e fuggendo a occidente il desolato mondo, l’astro celare il viso e l’onta. Anch’io sul far del giorno ebbi il mio sole e il suo … Continua a leggere Sonetto XXXIII

Lìder ne lo sticazzismo

Sticazzi! stigrancazzi! m’arimbarza! -Embè? Io me ne sbatto li cojoni! che bello passeggià pè li rioni cò l’eco de ste perle che s’innarza. Per ogni ‘fregancazzo!’ che risòni c’è un ‘tanti cazzi ar cazzo!’ che rincarza st’osanna all’indolenza in ogni sarza a Roma è er cacio su li maccheroni. D’artronne, noi esportamo in tutto er … Continua a leggere Lìder ne lo sticazzismo

Tevere

Tevere scenne e va, se fa ‘na gita tra un ribbollì de curve e mulinelli, traversato da ponti e da battelli, specchi der girotonno de la Vita. Quest’acqua incanalata, ch’è ingiallita da mollaccia e fojame d’arberelli, ce racconta una storia de “Gemelli” e d’una gran città, mezza sparita. Chi se ferma a smiccià “Fiume” che … Continua a leggere Tevere

Preghiera del Colloquio Motivazionale

Dato che vivo nel sud-ovest degli Stati Uniti, spesso ho avuto il privilegio di parlare del Colloquio Motivazionale con i Nativi Americani. Alcuni di loro mi hanno riferito che questo modo rispettoso di relazionarsi con gli  altri è compatibile con le regole comunicative delle tribù. Una volta, un capotribù ha aggiunto che per insegnare il … Continua a leggere Preghiera del Colloquio Motivazionale