il gioco delle bolle di sapone

Il fare le bolle di sapone è molto semplice. Basta dell’acqua saponata e un qualsiasi arnese che possa creare una patina con l’acqua saponata su cui soffiarci sopra, oppure su cui imprimerci, con un veloce movimento delle mani, uno spostamento, così d’improvviso si vedrà una bolla staccarsi e molleggiare nell’aria.
L’acqua saponata per fare le bolle di sapone si può realizzare anche in casa, prendendo quattro tazze d’acqua tiepida, mezza tazza di zucchero e mezza tazza di detersivo liquido per i piatti, si versa lo zucchero nell’acqua tiepida, si mescola, si aggiunge il detersivo per i piatti e si mescola ancora, fino a quando tutto sarà sciolto. Così si può iniziare a giocare con le bolle.
Il fare le bolle era già noto ai ragazzi dell’antica Roma, e probabilmente ai loro occhi dovevano apparire particolarmente misteriose quelle straordinarie cannucce, che alla semplice spinta di un soffio mettevano in onda una serie di bolle iridescenti. Ai nostri giorni, questo allettante spasso fanciullesco continua ad avere molti estimatori in tutto il mondo, anche se le cannucce sono state sostituite da cannelli di plastica, o da marchingegni elettrici che ne creano in quantità industriale. Il fare le bolle, può prestarsi anche per organizzare delle vere e proprio partite, consistenti nel soffiare abilmente sulla propria bolla per tentare di inglobare quella dell’avversario e assegnarsi un punto in caso di riuscita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − 3 =