L’Attesa

Nonostante la triste lontananza
rinchiuso dentro il mio corpo pesante,
un pensiero lieve prende sostanza
e mi avvicina a te così distante.
Non importa che il mio passo incessante
calpesti questa terra senza via.
Col volo del pensiero in un istante
sarei proprio lì. Dovunque tu sia.
Però il pensiero è solo fantasia
per quanto voli e accorci la distanza,
non ferma il peso e la malinconia,
devo aspettare. Il tempo passa e avanza.
Così nell’oblio della nostalgia
sento il pianto e assaporo l’agonia.

16 marzo 2016
Leone Antenone detto Scartaccia
poeticamente tratto da “Sonnet 44
di William Shakespeare
opera depositata su Patamu.com
con numero registro 58561
e rilasciata con licenza CC BY-ND 4.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 6 =