Er Filosofo Moderno

Er Pittore, dall’arto de la scala co un nuvolo de porvere all’ intorno, scartavetra li bozzi der soggiorno, tappa tutti li buchi e doppo cala. Intigne cor pennello, eppoi ariscala. Spennella e parla ar monno d’oggigiorno: s’ incazza co’ chi nun capisce un corno, cor magna magna che ce sta! Rigala, de botto, a quela … Continua a leggere Er Filosofo Moderno

A chi tanto a chi gnente

da quanno che dà segni de pazzia, povero Meo! fa pena! è diventato pallido, secco secco, allampanato, robba che  se lo vedi scappi via! Er dottore m’ha detto: – è ‘na mania che nun se po’ guarì: lui s’è affissato d’esse un poeta, d’esse un letterato, ch’è la cosa più peggio che ce sia! – Dice … Continua a leggere A chi tanto a chi gnente