L’omo senza più poesia

Io sò er violino lassato ner silenzio d’un cantone e sò er pennello scordato dar pittore. Sò le scarpette ch’aripose la ballerina e sò er costume de scena in naftalina. Io sò la penna che affonna drento ar fojo sò er fojo bianco lassato immacolato. Io che a lo specchio fisso imbambolato la scocca dell’anima … Continua a leggere L’omo senza più poesia

Moscaceca

Me sò accecato ar cantone d’un vicolo smovo le mano e te cerco ner vòto immagino forme e tasto no spigolo. Mo ciò la benda sull’ occhi e non vedo tutto m’appare più bello e più bono nun sarà vero ma armeno ce credo. Il Gioco 13 agosto 2017 Leone Antenone detto Scartaccia

La Campana

Te fallo, ner frattanto cerco un sasso, scarabocchia pe tera le caselle; che er gioco dopo se fa passo passo. Fai li numeri bene e tutti dentro e quanno è appena tutto quanto pronto me raccomanno zompa e becca ar centro. Il Gioco 04 agosto 2017 Leone Antenone detto Scartaccia