Quaderno

Mi hai donato questo bel quaderno
ma non mi basta scrivere Poesia
per custodire il nostro amore eterno.
Così lo lascio nella fantasia,
almeno lì tutta la bramosia
sarà al sicuro da ogni tradimento
fino a che l’oblio non spazzerà via
la tua immagine col mio turbamento.
L’intensità di questo sentimento
mi impone di non dirlo al mondo esterno,
di non scrivere alcun componimento,
lasciando il mio sentire al mondo interno.
Perché scrivendo versi sul quaderno
dovrei ammettere che non è eterno.

17 gennaio 2017
Leone Antenone detto Scartaccia
poeticamente tratto da “Sonnet 122
di William Shakespeare
opera depositata su Patamu.com
e rilasciata con licenza CC BY-ND 4.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + diciannove =