Drìtta

Manca er momento però è tutto pronto.
Un fatto brutto e viè la circostanza,
slega dar gioco chi fa er finto tonto
la torre casca eppoi er pedone avanza:
Bruto fa scacco ar Re e je serve er conto.
Roma riparte da na strada nova
sa quer che lassa, ma nun quer che trova.

Prudènza
Lucio Giunio Bruto
20 gennaio 2020
Leone Antenone detto Scartaccia

6 commenti su “Drìtta”

  1. Complimenti, Leone(nu’ mme piace chiamatte Scartaccia)!

    Puro io ho ristampato “ROMEIDE, la Storia mia de Roma nostra”, in sonetti, pe nun fà concorènza a le sestine tue, che so’ ’na scicchería!).
    Nun mollà!
    Porfirio

    1. Caro Leone,…avrai intuito che non me riferivo a la strofa inviata ( che è di 7 endecasillabi , con i 2 ultimi baciati); percui, ovviamente, non è una “sestina” ! Chi fa er critico da strapazzo disimpara puro de contà fino a 7 !
      Buon Ferragosto!⛱

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *