Fregnarìa

Roma cià er nome, le donne, er successo
ma un capo sa, che la cosa nun regge.
Allora Numa co tutto se stesso,
gira e rigira, je scrive la legge.
La fa però tra un piacere e un ampresso.
Fatta la legge, trovato l’impiccio:
a vorte è solo er gusto d’un capriccio.

27 marzo 2019
Leone Antenone detto Scartaccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =