L’Omo è come er Latte

Sai quanto quer visetto me sfaciola? Io più lo guardo più sò innamorato. Rimango a rimirallo imbambolato robba da zagajiacce a ogni parola; Quanno me bolle un bacio in cazzarola divento come er Latte s’è Scremato lento, annacquato e troppo sbollentato! Pe questo devi usà la schiumarola buttamme giù de botto in d’una tazza, giramme … Continua a leggere L’Omo è come er Latte

A chi tanto a chi gnente

da quanno che dà segni de pazzia, povero Meo! fa pena! è diventato pallido, secco secco, allampanato, robba che  se lo vedi scappi via!   Er dottore m’ha detto: – è ‘na mania che nun se po’ guarì: lui s’è affissato d’esse un poeta, d’esse un letterato, ch’è la cosa più peggio che ce sia! – … Continua a leggere A chi tanto a chi gnente