Roma pe’ me

Roma pe’ me è er core der monno.
È come ‘na musica armoniosa e sincera
che senti e risenti, passo dopo passo
e nun t’ annoia mai pe’ quanto è bella.

L’aria che tira è sempre la stessa,
la gente è sempre la stessa,
co ‘n po’ de ignoranza a destra e manca.
È ‘na città gajarda pe’ la gente sua.

Guai se dici che nun è bono:
er cibo pe’ li Romani pare ‘na religione
che nun more mai, ma se rinnova!

Roma è granne , ma è piccola
cambia, e nun cambia
e quanno ce ritorni,
rimane sempre la stessa
la più bella.

Hanabi Pescetelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: